CasaAttualitàIl Bitcoin brucia i guadagni del 2021. Inflazione e crollo di terreno,...

Il Bitcoin brucia i guadagni del 2021. Inflazione e crollo di terreno, tutti i grattacapi delle cripto

MILANO – Continua la debacle degli asset digitali, spinti al ribasso dal collasso della stablecoin TerraUSD e da una sfilza di grattacapi che vanno dalle strette monetarie della Fed alla debolezza di Coinbase. Il Bitcoin ha perso un ulteriore 6 per cento nelle prime ore di giovedì, scendendo sotto quota 27mila dollari e quindi ai minimi dal dicembre 2021. Sembran lontanissimi i temi dei 69mila dollari, ma in realtà è solo lo scorso novembre. Anche Ether ha accusato il colpo arrivando a perdere fino al 12%. Il tutto in un clima di estrema volatilità che aveva in un primo momento portato anche alcuni guadagni a doppia cifra.

La stablecoing TerraUSD resta sotto il cambio fisso a 1 dollaro, dopo che il token relativo Luna cha ha accusato una fortissima perdita. Come ricorda Bloomberg, il ruolo delle stablecoin (un mondo da 180 miliardi di dollari) è importante sul mercato cripto perché è dove i trader parcheggiano i fondi muovendosi a questo a quel token. Per questo si trova pertanto, dice l’agenzia finanziaria, di fronte a un impostante selezione di resistenza per tutto l’ecosistema digitale.

Changpeng Zhao rilancia Binance in Italia: “Nelle cripto tanta investigazione, le regole pertanto servono”

di

Filippo Santelli

11 Maggio 2022

TerraUSD è una stablecoin algoritmica, cioè non prevede asset liquidi “reali” a sostegno della stabilità del cambio con dollaro ma un sistema di equazioni e trading che consente di regolare la quantità di valuta disponibile per difendere il “peg”, la parità col dollaro. Meccanismo che è collassato nelle ore passate, mentre nella mattinata italiana di giovedì aveva recuperato leggermente in area 66 cent. I sostenitori della criptovaluta, ha rivelato l’agenzia Usa, stanno anche cercando di raccogliere 1,5 miliardi di dollari per sostenere il token.

La quotazione del Bitcoin tracciata su Coinbase 

Questo crollo “ha avuto un grande impatto sul mercato delle criptovalute”, ha affermato Edul Patel, amministratore delegato di Mudrex, una piattaforma di investimento in criptovalute basata su algoritmi, parlando con Bloomberg. Sebbene il Bitcoin sia familiare a cadute e rapide riprese, questa volta per l’esperto il fondo potrebbe non essere arrivato: “Il mercato è spaventato da quello che sta succedendo con Terra? La risposta è sì”, ha aggiunto Craig W. Johnson, di Piper Sandler. “I fondi del mercato monetario sono importanti per gli investitori e in questo momento è come se stessimo mettendo in discussione il terzo più grande fondo del mercato monetario nell’ecosistema delle criptovalute. Era impensabile “.

Questo caso è scoppiato in un momento di forte tensione per le cripto, sempre più collegate a ciò che avviene nella finanza tradizionale. L’inflazione Usa elevata chiama le mosse della Federal Reserve, fa scendere le azioni e in particolare il Nasdaq e questo si riflette anche sulle quotazioni delle cripto.

Al nervosismo è complice anche la deludente trimestrale di Coinbase. La maggiore piattaforma di scambio di criptovalute negli Stati Uniti ha chiuso infatti il primo trimestre sotto le attese degli analisti a causa di un calo degli utenti. Le perdite sono risultate pari a  429,7 milioni di dollari su ricavi per 1,2 miliardi. A preoccupare ancpertanto di più però è la comunicazione alla Sec della società in cui si specifica che gli utenti di cripto asset non hanno protezioni in caso di bancarotta. Di per sé non c’è nulla di nuovo visto che la mancanza di tutele è prevista dalla regolamentazione vigente ma il solo averlo documento per iscritto ha scatenato il panico, lasciando immaginare che la precisazione fosse legata a un rischio reale di bancarotta per la società. “Non c’è rischio di bancarotta ma abbiamo incluso un nuovo fattore di rischio sulla base dei requisiti della Sec”, si è frettoloso a spiegare l’amministratore delegato Brian Armstrong. Le sue parole però non hanno avuto l’effetto sperato e i titoli Coinbase hanno chiuso in calo del 26,40%.

 

Rome
cielo coperto
20.2 ° C
21 °
19.8 °
95 %
2.1kmh
100 %
Gio
20 °
Ven
25 °
Sab
27 °
Dom
31 °
Lun
28 °
Rimani Connesso
16,985FansMi piace
2,458FollowerSegui
61,453IscrittiIscriviti
Devi Leggere
Notizie Correlate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui